Il progetto EduDance nasce dalla collaborazione con il Liceo Artistico G. Brotzu di Quartu Sant'Elena tre anni fa e sposa la creatività degli studenti liceali con giovani coreografi e danzatori con l'obiettivo di realizzare una performance da presentare al FIND.

IMPULSŪS

Liceo Artistico G. Brotzu Quartu S. Elena/École de Danse Contemporaine de Paris

La performance ha origine da alcune videoclip che mostrano una figura femminile solitaria che si muove all’interno di uno spazio chiuso, una gabbia dorata. Successivamente la ragazza scopre all’interno di uno specchio un riflesso, un altro mondo, sconosciuto, invitante. La scena si sposta poi sul palco nel quale la ballerina interpreterà il passaggio dalla gabbia chiusa allo spazio aperto. Sono rinchiusa in una gabbia di monotonia, mi accorgo che c’è una porta in quella gabbia, in un momento mi ritrovo ad ascoltare la melodia della natura.

 

Ideazione: Elisa Sundas, Liceo Artistico G. Brotzu Quartu S. Elena

Coreografia e interpretazione: Giorgia Anselmi, École de Danse Contemporaine de Paris

Supervisione: Prof.ssa Marina Cuccus

Il progetto FINDER offre da anni la possibilità ai giovani talenti di presentare al FIND i loro lavori, dopo un periodo di residenza a Cagliari.

Dal 2018 è attiva la collaborazione  con l'Accademia Nazionale di Danza e da quest'anno quella con l'Accademia DanceHaus di S. Beltrami.

Entrambe la strutture partecipano al progetto e scelgono gli studenti che lavoreranno a Cagliari.

EVE E LA MELA

Accademia DanceHaus Susanna Beltrami

Tutto accade nella mente di una donna, istintiva e fuggevole, che vive apparentemente in uno stato senza un genere definito. Lotta contro un senso di colpa e sintomi maniacali. L'incontro casuale con una figura maschile fa emergere il desiderio di ritrovare nell'uomo le sue parti mancanti.

Ideazione e coreografia: Niayesh Nahavandi

Interpretazione: Niayesh Nahavandi e Marco Labellarte

TRANSITUS

Accademia Nazionale di Danza

In un tempo in transito, i corpi in movimento rivelano ed evocano panorami antropici come una pellicola che scorre, attraversando diversi immaginari.

Progetto coreografico di diploma finale del Corso di Composizione della Danza tenuto dalla Prof.ssa Carla Marignetti e con il contributo del Progetto Individuale seguito dalla Prof.ssa Elisabet Sjostrom.

Ideazione, coreografia e interpretazione: Maria Elena Curzi, Eleonora Galante, Marco Lattuchelli, Marella Vitucci

OPHELIA

Ofelia è una giovane donna abbandonata dai due uomini che l'hanno cresciuta, il padre e il fratello.

Ofelia rimane sola, ma con dentro di se un amore immenso, puro e perfetto che, proprio perché non corrisposto, la fa precipitare inuma abisso, in una malinconica follia che la conduce inesorabilmente alla morte.

Ideazione, coreografia e interpretazione: Ludovica Di Santo

 

Ludovica Di Santo, diplomata all’Accademia Nazionale di Danza Roma, ha già vinto numerosi concorsi ed è stata selezionata per il “Biennale College Danzatori Venezia, 2019” (“Set and Reset/Reset” realizzato sotto la guida degli interpreti della “Trisha Brown Company” di New York - “Dance Me To The End Of Love” realizzato sotto la guida del coreografo Alessandro Sciarroni).

© 2023 by maya inc Soc. Coop. a.r.l.