ARTEMIS DANZA / MAYAINC 

 “Frammenti d’Inferno_1”


ITALIA (EMILIA ROMAGNA / SARDEGNA)

Coreografie, regia: Monica Casadei

Musiche: Liszt, Verdi, Schnittke, Penderecki

Elaborazioni musicali: Luca Vianini

Produzione: Artemis Danza

CO-Produzione: Maya inc

Nel 2021, anno in cui in tutto il mondo si celebrano i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri (Firenze, tra maggio e giugno 1265 - Ravenna, notte tra il 13 e il 14 settembre 1321), padre della lingua italiana e sommo cantore della cultura occidentale, Monica Casadei avvia un nuovo progetto coreografico e digitale, che punta al cuore della Divina Commedia e degli spettatori. Gli interpreti di Artemis saranno i protagonisti di diversi quadri coreografici dedicati alle anime dannate, che Dante incontra traghettato da un girone all’altro nel suo viaggio infernale: Caronte, Minosse, Ulisse, il Conte Ugolino sono alcuni dei personaggi scelti dalla Coreografa per indagare l’animo umano e comporne un quadro poetico e affascinante, perturbante, in cui ogni archetipo dell’inconscio collettivo trova la propria manifestazione carnale e terrena. Dissipando, come fece Dante, il buio che avvolge queste celebri anime dannate e portandole alla luce, letteralmente sotto i riflettori, Monica Casadei sceglie di seguirle lungo un percorso di peccato, consapevolezza, accettazione, dove il punto di arrivo non è più la punizione ma la forza espressiva dell’Io, nella sua pienezza e verità. 

La musica contribuisce a rendere ancora più intenso il viaggio: la Dante-Symphonie di Franz Liszt, ispirata al compositore proprio dalla lettura della Commedia dantesca, e il Lacrymosa dalla Messa da Requiem di Giuseppe Verdi, incontrano pagine di compositori contemporanei, come Alfred Schnittke e Krzysztof Penderecki, e le atmosfere sonore di Luca Vianini.