Venerdì 2 novembre 2018 ore 21.00
Auditorium del Conservatorio / Cagliari

Gala

Jérôme Bel

90’ –  FRANCIA

ideazione Jérôme Bel
assistente Maxime Kurvers”
con e di 20 danzatori e non professionisti selezionati a Cagliari: Romina Caratzu, Matteo Corso, Lamine Dafe, Claudio Deidda, Alessia Dessalvi, Gaia Lai, Laura Lepori, Giuseppina Mannai, Sara Manca, Andrea Massa, Luca Massidda, Maria Assuntina Matta, Massimo Matta, Chiara Mazzarelli, Federico Mazzarelli, Carla Orrù, Carlotta Sanna, Mansour Seck, Luca Spanu, Giulia Vacca
assistenti per riallestimento locale | Chiara Gallerani e Henrique Neves 
produzione  | R.B. Jérôme Bel (Paris)
coproduzione Dance Umbrella (London), TheaterWorks Singapore/72-13, KunstenFestivaldesArts (Brussels), Tanzquartier Wien, Nanterre-Amandiers Centre Dramatique National, Festival d’Automne à Paris, Theater Chur (Chur) e TAK Theater Liechtenstein (Schaan) – TanzPlan Ost, Fondazione La Biennale di Venezia, Théâtre de la Ville (Paris), HAU Hebbel am Ufer (Berlin), BIT Teatergarasjen (Bergen), La Commune Centre dramatique national d’Aubervilliers, Tanzhaus nrw (Düsseldorf), House on Fire con il sostegno di programma culturale di Unione Europea
con il sostegno di Centre National de la Danse (Pantin) and Ménagerie de Verre (Paris) nell’ambito di Studiolab per la fornitura degli spazi di prova
R.B Jérôme Bel è supportato dalla Direzione regionale degli Affari Culturali dell’Ile-de-France, Ministero della Cultura e della Comunicazione francese, dell’Istituto francese, Ministero degli Affari Esteri francese, per i suoi tour internazionali e ONDA – Ufficio Nazionale della Diffusione Artistica – per i suoi tour in Francia R.B. Jérôme Bel 
consulenza artistica e direzione esecutiva Rebecca Lee - direttore di produzione Sandro Grando
consulenza tecnica Gilles Gentner

Jérôme Bel, nome celebre della nouvelle danse francese dalla verve geniale e irriverente, offre con Gala un approccio diverso alla danza. Professionisti e dilettanti di diversa estrazione sono riuniti in un'opera d'arte collettiva composta in atti che non invita a giudicare, ma rivela il modo in cui il background culturale di ciascuno ci accompagna verso una singolare relazione con quel “desiderio di qualcos’altro” che è la danza. Gala, flessibile e adattabile a diversi contesti, si rivela con risultato sempre diverso una celebrazione bizzarra, rattoppata, attraversata da momenti di riflessione, come gallerie di ritratti viventi, che mina l'autorità del "ballare bene" in favore del puro piacere di esibirsi. 

Bio

Jérôme Bel vive a Parigi e lavora in tutto il mondo. nom donné par l'auteur (1994) è una coreografia di oggetti. Jérôme Bel (1995) si basa sulla totale assenza di interpreti. Shirtology (1997) presenta un attore che indossa molte magliette. The Last Performance (1998) cita un assolo della coreografa Susanne Linke, così come Hamlet e André Agassi. Xavier Le Roy (2000) è stato rivendicato da Jérôme Bel come suo, ma in realtà è stato coreografato da Xavier Le Roy. The Show must go on (2001) mette insieme venti interpreti, diciannove canzoni pop e un DJ. Véronique Doisneau (2004) è un assolo del lavoro della ballerina Véronique Doisneau, dell'Opera di Parigi. Isabel Torres (2005), per il balletto del Teatro Municipal di Rio de Janeiro, è la sua versione brasiliana. Pichet Klunchun e io (2005) è stato creato a Bangkok con il ballerino tradizionale tailandese Pichet Klunchun. Segue Cédric Andrieux (2009), ballerino di Merce Cunningham. 3Abschied (2010) è una collaborazione tra Anne Teresa De Keersmaeker e Jérôme Bel basata su The Song of the Earth di Gustav Malher. Disabled Theater (2012) è un pezzo di una compagnia con sede a Zurigo, Theater Hora, composta da attori professionisti con difficoltà di apprendimento. Cour d'honneur (2013) mette in scena quattordici spettatori della Cour d'honneur del Palais des Papes di Avignone. In Gala (2015), il coreografo mette in scena professionisti della danza e amatori provenienti da diversi background. In Tombe (2016), performance creata su invito dell'Opéra National de Paris, Jérôme Bel ha proposto ad alcuni ballerini del balletto di invitare, per un duetto, la persona con cui non avrebbero mai condiviso il palco. Nel 2013 Emails 2009-2010, scritto con il coreografo francese Boris Charmatz, è curato da Les Presses du Rée. Questo libro è pubblicato online e in inglese, sempre da Les Presses du Réel, nel 2016.

> VIDEO

© 2023 by maya inc Soc. Coop. a.r.l.